PerLa Comunicazione · Your Passion is our Mission
\\ Home Page : Articolo : Stampa
Maurizio Fredali ci Parla del il suo Team da Corsa
(Inserito dalla Redazione il 19/01/2008 alle 15:12:59, in Motori, linkato 1116 volte)
Chi non conosce nell’ambito motoristico storico il nome di Maurizio Fredali. In un tiepido pomeriggio di fine gennaio ci incontriamo con lui e con il suo team, grazie alla preziosa collaborazione di Dante Del Monte, che ci ha messi in contatto. Ritagliatosi uno spazio di tempo da dedicarci ecco cosa ci ha detto sua storia motoristica e della nascita del suo team: “L’interesse per questa tipologia di auto è nata negli anni ‘70, e man mano ha prevalso mutandosi in passione. Ne 1975 conobbi Giovanni Colantoni, che divenne successivamente il mio primo pilota, assieme mettemmo in opera la prima vettura da corsa su pista, gareggiando per la prima volta all’autodromo di Vallelunga, risultato finale: cappottamento con distruzione dell’auto… ma ciò non fermò la passione, infatti dopo due settimane circa la vettura veniva sostituita da un’altra molto più perfezionata. Dopo un anno di gare, iniziammo ad arrivare i primi risultati che continuarono a susseguirsi fino agli ultimi conquistati vincendo il campionato Peroni Promotion con l’autovettura Fredali Roberto 700 GR 5 nel 2007. Classificandoci al II posto nel campionato italiano C.S.A.I. Auto Storiche (Commissione Sportiva Automobilistica Italiana), con la stessa autovettura e lo stesso pilota sempre nel 2007. Nello stesso anno, esordiva anche la vettura 700 GR 2 pilotata da Fredali Emanuele con ottimi risultati, ottenendo un record su giro nell’autodromo di Verano Melegari (PR)”. Attualmente i componenti del Fredali Team si preparano per affrontare la stagione 2008 con i seguenti piloti: Fredali Roberto, GR 5; Fredali Emanuele GR 2; Morini Umberto GR 5; Morelli Salvatore GR 5; Papa Patric GR 5, assistiti dai tecnici Fredali Maurizio specializzato in motoristica e Giovanni Colantoni specializzato in assemblaggi. Inoltre collaborano disegnatori e collaudatori di autovetture su pista. Giovanni Colantoni ha la prerogativa di essere il più anziano del team, esordì come primo pilota ed ancor oggi è parte integrante del gruppo. Egli ci racconta che, nella sua eccezionale carriera lavorativa, ha spesso ricevuto encomi e gratifiche per lo svolgimento delle sue mansioni presso la società aerospaziale italiana per cui lavorava. Ha avuto l’opportunità di collaborare come responsabile del settore al programma Sonda Spaziale CassiniI, attualmente in orbita intorno al pianeta Saturno, programmata per rilevare dati sull’attività del pianeta stesso. Questi riconoscimenti alla sua persona sono arrivati dalla N.A.S.A., dall’A.S.I. e dall’E.S.A.
Articolo a cura di Patrizia Colangeli
Fotoservizio realizzato da Marco Del Greco
© PerLa Comunicazione - Riproduzione riservata